Team Building

Un Fulmine a Ciel Sereno

Quando in passato un fulmine colpiva il tetto di un granaio, distruggendolo, tutti gli uomini del villaggio si  prendevano del tempo per aiutare il fattore sfortunato e le donne si riunivano per preparare pasti caldi ai lavoratori. Con un fulmine si creava un clima di collaborazione altrimenti difficile da ottenere. Il fulmine, quindi la crisi, è alla base della strutturazione – ricostruzione, non solo in termini concreti, ma anche relazionali. Oggi sono rari i granai, così come i tetti in paglia o legno, e, fortunatamente, a fronte di un incendio, intervengono i pompieri e poi l’assicurazione….ma così facendo si delega  l’opportunità di costruzione e sparisce la possibilità di condivisione.

Per fare gruppo oggi dobbiamo creare una ‘crisi’ e lo dobbiamo fare  ricordando che l’elemento fondamentale che fa si che la costruzione sia una buona costruzione, è il piacere che tutto ciò porta, attraverso il senso di comunità e di gruppo, attraverso la solidarietà e l’attenzione all’interesse di ognuno, nonché al buon risultato finale.

Cosa possiamo proporci per procurarci una ‘crisi’ costruttiva e fonte di benessere ?

Siamo ancora in grado, come gli abitanti del villaggio, di mettere in moto il nostro corpo e le nostre facoltà nel sentire il nostro bisogno e il bisogno degli altri ?

Cosa succederebbe se per un giorno tornassimo indietro nel tempo ?

Una delle nostre proposta  

Ci accompagneranno fuochi per cucinare e luci di lumi, candele e lanterne, niente super mercati forniti e cibi pronti…..

La comunicazione passa attraverso diversi livelli: abbiamo bisogno del pensiero per capire e ramMENT(e)are, del cuore per sentire e riCORdare ed infine delle membra per fare e riMEMBRare. Il nostro percorso passerà attraverso tutti questi canali…faremo, sentiremo e penseremo. Arriveremo ad addentrarci nei tempi antichi gradualmente… partiremo da ciascuno di noi, dal nostro corpo, dal percepirlo come risorsa e strumento, e non come vincolo e limite. Proveremo a cogliere i suoi segnali e i segnali degli altri corpi in movimento e comunicazione. Ci muoveremo tutti insieme, perché questo è ciò che avviene quotidianamente. Gli antichi Greci vivevano il teatro come un luogo dove sperimentare il divertimento, condividere una narrazione e ricercare il filo dei miti che li univano e a cui appartenevano. Ciascun gruppo è in sé portatore di storie e miti, a cui bisogna solamente aver il coraggio di dare voce. Cercheremo di farlo insieme per valorizzare il patrimonio comune specifico del  Vostro Gruppo. Ed infine, penseremo, sentiremo e faremo immergendoci in una giornata indietro nel tempo dove, divisi a gruppi, ci cimenteremo nella preparazione di un sontuoso pasto….ci avvarremo delle risorse di un tempo, facendo pani e focacce cotti a legna, formaggio, pasta….. In conclusione penseremo… cercheremo di rileggere insieme ciò che è avvenuto nel tempo trascorso insieme, valorizzando le risorse ma anche le criticità, evitando di negare e nascondere i problemi, cercando di conoscere un po’ di più come si muove il Gruppo, in termini di individui ma anche di insieme, con la speranza che rimanga una traccia delle storie raccontate e vissute insieme

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...