Una lettura alternativa dell’IPP…e un po’ di risposte.

sole

 

Questa mattina abbiamo parlato in diretta della possibilità di dare una lettura diversa alle patologie e i disturbi sessuali. La collaborazione ventennale con i medici mi ha permesso di delegare totalmente la parte ‘medica’ a loro e di concentrarmi su una lettura a largo spettro . Ho parlato, per fare un esempio, dell’IPP, un disturbo che comporta una mineralizzazione di una parte della guaina che ricopre i corpi cavernosi e che quindi, impedendone la distensione, procura dolore e, soprattutto, una curvatura del pene che a volte può essere significativa al punto da impedire la penetrazione.

La medicina ufficiale prescrive integratori vitaminici e, nel peggiore dei casi, l’intervento chirurgico.

Nella mia esperienza l’IPP, che come tutti i sintomi ci parla di qualcosa che non va come dovrebbe, va presa in considerazione come segnale di un ‘induriment’ di una ‘ condensazione’ che probabilmente non riguarda solo il fisico, ma la vita in generale.

Quando noi ci troviamo di fronte ad un indurimento, una mineralizzazione, ci troviamo di fronte ad una perdita di vita…i denti troppo mineralizzati si rompono, muoiono perchè non vivono più.

Primo passo quindi è fare una fotografia della vita del portatore del sintomo e cercare dove in realtà stia venendo meno la vitalità…manca piacere e passione? Troppo stress? Troppi carichi che ci richiedono una contrazione per sopportarne il peso? Viviamo e lavoriamo in ambienti troppo artificiali?

Insomma possono essere molte le cause di un ‘indurimento’ e noi dobbiamo identificarle perchè solo così possiamo intervenire.

E poi dobbiamo sciogliere…e come si scioglie? Con l’acqua e con il calore; questi sono i due elementi che ci permettono di sciogliere. Avete presente l’effetto dell’acqua che scorre sulla schiena quando facciamo la doccia dopo una giornata di tensione? L’acqua si porta via le contratture, le tensioni e gli irrigidimenti. E allora dobbiamo trovare un modo per lavorare con l’acqua ( in alcuni casi propongo il lavoro con gli acquarelli, o il contatto con acqua corrente e con il rumore che produce, ecc). Il calore invece lo possiamo portare lavorando materiali sensibili al calore del corpo, o portando passione… la passione ci infiamma!

Insomma, prima di pensare ad un intervento chirurgico dobbiamo dare una risistemata alla nostra vita. L’alimentazione, le abitudini, il contatto con alcuni elementi naturali…..

I risultati sono sorprendenti. Nella quasi totalità dei casi la mineralizzazione si interrompe, in molti casi regredisce.

…torneremo sull’argomento.

Luca chiede a cosa possa essere imputabile l’erezione incompleta ed incostante. Moltissime potrebbero essere le cause, sia mediche che psicologiche, Anche l’IPP può causare un problema di erezione perchè impedisce al sangue la libera circolazione. Però bisognerebbe indagare un po’ di più quando e come ti succede.

Maria invece chiede come intervenire per IPP del marito che per il momento sta usando integratori vitaminici. Gli integratori vanno benissimo. Sempre sotto il controllo medico, potreste provare innanzitutto ad introdurre nell’alimentazione il più possibile alimenti naturali. Tutti gli additivi, aromi, addensanti chimici hanno effetti deleteri sul nostro corpo. La frutta secca e l’olio per esempio sono un’ottima risorsa. Ci sono inoltre farmaci da banco che si comprano in farmacia che influiscono sui metabolismo e che nel caso di questa patologia sono molto efficaci. Poi provate a pensare alla qualità della vostra vita…cosa manca? C’è passione? Piacere? Ci sono troppi carichi? Infine bisognerebbe trovare qualche piccolo gesto quotidiano che lo aiuti a sciogliere…in bocca al lupo.

Giovanni mi chiede cosa penso della Criopass terapia. E’ un metodo utilizzato per la veicolizzazione dei farmaci. Sicuramente un buon metodo ma che non ha dato risultati significativi nel caso specifico. Innanzitutto perchè in realtà non c’è un farmaco così specifico ed efficace per l’IPP, ma poi perchè se il nostro fisico per comunicarci un disagio sceglie un sintomo, come per esempio la calcificazione della guaina, e noi interveniamo solo sul sintomo, il fisico risponderà o amplificando il sintomo, cioè mettendoci più forza, oppure spostando il problema su altro, attraverso un sintomo differente che non è detto che sia meglio. Quindi ok alla Criopass terapia ma non limitiamoci a quella.

Grazie Anna, Roberta, Francesco e Lidia…fa sempre bene sentirsi dire cose piacevoli e gratificanti.

A Sergio che mi chiede se l’intervento di Corporoplastica sia doloroso… è un intervento delicato ma che richiede solo un paio di giorni di degenza. La percezione del dolore è soggettiva. Chiaro che si tratta di una zona molto sensibile e quindi più soggetta alla percezione del dolore, ma molto dipende dallo spirito con cui ci sottoponiamo all’intervento! Si prepari un po’ di cose belle post intervento in modo che lei non sia totalmente concentrato su questo, ma anche su buone novità che l’aspettano.In bocca al lupo.

A chi mi chiede se esista l’eiaculazione femminile o se si tratti di perdita di urina della sua compagna…possono essere entrambe le cose. A volte la lubrificazione al  momento dell’orgasmo aumenta significativamente producendo quindi una quantità significativa di secrezione. A volte invece c’è una insufficiente tenuta dell’urina e quindi una piccola perdita. Se la tua compagna assume qualcosa che colora l’urina, per esempio  il Blu di Metilene, che è un colorante alimentare, può facilmente capire se si tratti di urina oppure di secrezione vaginale: basta osservare se il liquido emesso ha una blanda colorazione azzurrina. In quel caso si tratta di urina.

Anna dice di avere da 30 anni un Linfedema apparentemente apparso all’improvviso senza motivo. Il Linfedema è un accumulo di linfa. Si può senz’altro provare a comprendere che cosa sia successo non solo da un punto di vista organico, ma anche nell’ambito della tua vita…anche nel tuo caso c’è qualcosa che non scorre…

Ilaria chiede perchè sia così difficile avere amici maschi, perchè ogni volta che ne incontra uno questo si innamora di lei.Ilaria… le persone si innamorano sempre quando si piacciono. Anche gli amici provano amore uno per l’altro. Il fatto che tutti nei tuoi confronti però vadano su un piano che non è più amicale, significa che i segnali che tu mandi non sono così chiari. La comunicazione è un’arte complicata. Prova a guardarti da fuori…prova a pensare quali possano essere i tuoi gesti, le tue abitudini, le dinamiche che da te partono come normali gesti amicali ma che vengono costantemente fraintesi…devi perfezionare la comunicazione non verbale!

Claudia è gelosissima del suo ragazzo eppure per eccitarsi deve immaginarlo con un’altra. Più o meno la stessa cosa riferisce Elisabetta. Eh sì… funziona proprio così. Le cose che ci attraggono sono le stesse che ci spaventano. Inoltre nel momento in cui tu lo immagini con un’altra sei fisicamente con lui, per cui hai la certezza di avere vinto sulla rivale…Siamo complicati, ma affascinanti. Ricorda che tutto quello che immaginiamo e sogniamo non parla la stessa lingua della realtà, ha un codice diverso, per cui non significa che vorresti davvero che lui avesse storie con altre donne, nemmeno a livello inconscio.

Claudia chiede cosa cambi nella sessualità di una donna in menopausa. Questo è un argomento che mi sta particolarmente a cuore…forse perchè ho 49 anni?!? Nella menopausa noi entriamo in un periodo della vita estremamente affascinante che viene definito il periodo dell’incanto, perchè la donna si rivolge in modo più significativo al suo interno. Non è più nella fase produttiva e può dare il meglio di sè, anche dal punto di vista della sessualità. Solo non dobbiamo farci fregare dal momento storico nel quale viviamo che vede la fine della produzione come la fine della vita, o quasi. Non è così, è il momento in cui al contrario possiamo dare il meglio di noi. Ne parlerò prossimamente in diretta…

Per oggi è tutto, buona settimana. Silvia Pagani

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...